io vivo in un mondo pieno di gente che finge di essere quella che non è, ma quando parlo con te sono come voglio essere

mercoledì 29 agosto 2012

A secco

A volte mi pare di abitare in un paese di frontiera, qui nulla è semplice è guerra tutti i giorni per i diritti più scontati.
Dall'inizio dell'estate mezza città non ha acqua dai rubinetti, dicono che le vasche siano vuote per la siccità, salvo poi sapere che la rete idrica è un colabrodo, che le sorgenti non sono incalanate e metà dell'acqua viene dispersa.
La gente si lava con le bottiglie, cucina con le taniche e caca  versando secchi d'acqua nel wc, oppure se la trattiene quando in ore sempre diverse, il comune riapre i rubinetti.
Sono incazzata nonostante io non risenta del disagio, avendo da anni installato un serbatoio di riserva, sono incazzata perchè oltre a questo tutto va al contrario di come dovrebbe.
Non ci sono soldi, non pagano gli stipendi ai dipendenti, non hanno soldi per pagare le vecchie utenze di fornitura, però ci fanno regalini, venerdì, resuscitata da non so dove ci portano in piazza Spagna , non piazza di Spagna ma Ivana Spagna, la cantante.
Andassero tutti a fanculo, sta crollando la casa e si mettono a ridipingere le pareti.

8 commenti:

  1. viva l'italia ! (che bel pescione che ha pescato il marito!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. viva la calafrica! (era pure buono)

      Elimina
  2. Lilly, più che un dito nella piaga ci hai messo un coltello. Rovente.
    Penso che in tutti i paesi di questa nostra terra (non è mia, ma la faccio mia anche per solidarietà) hanno problemi, il più delle volte grossi problemi. Che o non vengono affrontati, o lo sono, come dici tu, dipingendo le pareti di una casa che crolla.
    Il paese in cui abito è indebitato fino al 2035 per rimborsare debiti contratti in passato per lire che non si sa dove siano andate a finire.
    Durante la stagione estiva, per rendere piacevole il soggiorno ai turisti, vengono spesi centinaia di migliaia di euro in manifestazioni che portano un rientro solo a favore di commercianti, alberghi e affittacamere, tutti regolarmente scontrinati, fatturati e contrattuati (sto scherzando, chettelodicoafà), ma aumentano solo il debito, poiché per il comune e per i suoi comuni cittadini il ritorno è solo di casino, prepotenze turistiche di chi in vacanza lasciando altrove l'educazione, liti continue, grazieadio anche accoltellamenti che almeno vivacizzano un po' la monotonia, senza parlare di droga visto che ne parlano tutti, senza parlare delle auto scassate e senza assicurazione che saltano a bella posta gli stop a caccia di incidenti, già attrezzate di testimoni utili a girarli a loro favore...
    Stanno sloggiando, come dio vuole e come ogni anno; e le ferite ce le leccheremo noi, fino all'anno prossimo.
    Ciao, un abbraccio, che più che solidale è connivente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai detto bene tutto.
      Probabilmente il comune dichiarerà il dissesto, ma nel mentre chi se ne frega, la passerella di miss regione è più importante, parli di turisti, ma quest'anno non abbiamo visto neanche quelli, a parte qualche montanaro venuto giù con la piena.
      Se posso da dove vieni?

      Elimina
  3. Hai fatto bene a dirlo, ecco.
    (quanto pesava? per curosità)

    RispondiElimina
  4. Grande Lillina, ti appoggio!
    E' uno schifo completo!!!!!!!!!!!!!!!!
    Invece di andare avanti mi sembra che stiamo tornando indietro!

    RispondiElimina

Ho messo la moderazione non per censurarvi, ma solo perchè voglio essere la prima a leggere i vostri commenti una sorta di ius primae noctis.
L'ho messa anche perchè siccome non controllo quasi mai le mail, se qualcuno vuole mandarmi un messaggio privato ha la certezza che lo legga, nell'altro caso a volte passa pure un mese prima di...
Ciao a tutti, se non vi piace sappiate che a me non importa un fico secco.