io vivo in un mondo pieno di gente che finge di essere quella che non è, ma quando parlo con te sono come voglio essere

domenica 29 dicembre 2013

H2O


Dove sono finita?
Sepolta in riunioni del comitato di quartiere, in quelle di associazioni di cittadini, in comune a protocollare, o a fare cinque ore di fila per avere una copia dei risultati dell'acqua, che non volevano rilasciare.
In incontri dibattiti in altri quartieri, sempre per questa maledetta acqua non potabile, a cui si aggiungono una miriadi di altri problemi.

E poi ci sono quelli che mi dicono ma chi te la fa fare, tanto non risolvete nulla, in risposta trovo la saggezza di tacere e regalare un sorriso.
Comunque per ora come previsto per legge diminuzione del 50% sulla prossima bolletta dell'acqua, e il sindaco ha dovuto ammettere davanti al quartiere il suo fallimento nella gestione del problema.

Ma siamo solo all'inizio, il problema non è il sindaco e l'amministrazione ma la società che gestisce il servizio idrico della regione.


11 commenti:

  1. di certo c'è che se nessuno fa niente nulla cambia.

    ogni volta che berrò un bicchiere di acqua del mio rubinetto padano penserò a voi e alla vostra lotta! (io per l'acqua inquinata chiederei un ulteriore sconto in bolletta comunque!!)

    RispondiElimina
  2. Cosa essere "servizio idrico della Regione"?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. http://www.soricalspa.it/

      Elimina
    2. Il sito del Comune di Paola non è accessibile.

      Comunque il problema sembra più ampio, infatti:
      "Valori non conformi", acqua non potabile. Il sindaco di Cosenza vieta l'uso umano
      Nel sito del Comune di Cosenza, tra le Società partecipate, c'è Cosenza Acque, non so se è una società fittizia o se fa qualcosa di concreto.

      Riguardo Paola, ho trovato questo:
      Paola, la Sorical intima la riduzione della fornitura di acqua potabile
      In sostanza il Comune ha un debito di 1.7 milioni di euro verso il fornitore, per cui presumo sia difficile avanzare delle pretese.

      Elimina
    3. Eh ti sei fatto un'idea di quanto il problema sia grave.
      Io intanto sto pulendo una montagna di funghetti (chiodini) e puoi immaginare quanta acqua devo usare....

      Elimina
    4. Ti consiglio di mettere l'amuchina nell'ultimo risciacquo.

      Elimina
  3. Brava, non ti arrendere. Sono d'accordo col rospetto, se nessuno fa niente perché dovrebbero cambiare?

    RispondiElimina
  4. Comunque, spiace dirlo ma è sempre lo stesso discorso riguardo le cose che non vanno al Sud.

    Io non capisco perché la stessa persona che si trasferisce in Padania si aspetta e pretende che i servizi funzionino come in Svizzera mentre se vive al Sud accetta come se fosse naturale che i servizi non funzionino.

    E qui non parliamo del fatto che l'autobus arrivi con 10 minuti di ritardo ma del fatto che non esce l'acqua dal rubinetto o se esce non sei mai sicuro che sia potabile.

    Chi vota ed elegge gli amministratori dei Comuni, Province e Regioni del Sud? Chi viene eletto nelle sopracitate amministrazioni? Chi lavora come operaio, impiegato e dirigente nelle aziende partecipate o nella Amministrazione Pubblica, cioè i fornitori del servizio ai cittadini del Sud?

    Il problema non sono i tubi per portare l'acqua nelle case, il problema sono le persone che abitano al Sud e il loro concetto di CITTADINANZA, coi suoi diritti e doveri. Più precisamente il concetto che non esiste cittadinanza e non esistono diritti senza i doveri. Il diritto all'acqua potabile non esiste se tutti non fanno il loro dovere.

    Apparentemente l'unico dovere che il Meridionale sente è quello di portare a casa quanto più possibile per se stesso, i suoi congiunti e se avanza per gli "amici". Non importa come. Se è rappresentante eletto, porta al fallimento la propria amministrazione distraendo i fondi, se è dipendente pubblico o non lavora o guarda dall'altra parte quando un altro non lavora.

    Va bene cosi?
    Apparentemente si, sono tutti contenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, e fa male credimi, perchè ci si sente impotenti

      Elimina
    2. Visto fa fuori è semplicemente incomprensibile.

      Va bene pensare al proprio tornaconto e quindi intrallazzare, truffare, rubare, eccetera. Lo fanno anche qui, tutto il mondo è paese.

      Ma ad un certo punto il cialtrone di turno si dovrebbe rendere conto che l'acqua sporca esce dal rubinetto di tutti, anche il suo, da cui bevono anche i suoi figli. Quindi è nel suo stesso interesse fare quel tanto che serve perché l'acqua sia pulita. Nessuno ragionevolmente si aspetta che da un giorno all'altro mettano i rubinetti con l'acqua gasata gratuita ma almeno che facciano il minimo perché sia bevibile.

      La parte incomprensibile non è quella dove si imbroglia ma quella dove ci si fa del male da soli, il masochismo, tagliare il ramo sul quale si sta seduti.

      E un'altra cosa incomprensibile è che può cascare il mondo ma certe abitudini non cambiano mai. Nel 2013 stiamo ancora parlando della impossibilità di avere acqua potabile in casa. E poi qualcuno favoleggia di esplorare altri pianeti.

      Infatti, ironia della sorte, l'Italia fornisce l'acqua per la Stazione Spaziale Internazionale. Ovviamente la prendono da un acquedotto in Piemonte e non in Calabria.

      Elimina

Ho messo la moderazione non per censurarvi, ma solo perchè voglio essere la prima a leggere i vostri commenti una sorta di ius primae noctis.
L'ho messa anche perchè siccome non controllo quasi mai le mail, se qualcuno vuole mandarmi un messaggio privato ha la certezza che lo legga, nell'altro caso a volte passa pure un mese prima di...
Ciao a tutti, se non vi piace sappiate che a me non importa un fico secco.