io vivo in un mondo pieno di gente che finge di essere quella che non è, ma quando parlo con te sono come voglio essere

martedì 11 settembre 2012

Pane al pane

- Pronto, non riattaccare, stai calma, lasciami spiegare.
Siediti devo parlarti non ho tanto tempo. Lo so è strano che ti chiami dopo undici anni, ma ci sono delle cose che devo assolutamente dirti.
Magari oramai non ti frega di sentirle, ma servono a me.
Non fare scherzi non riattaccare.
Da quanto eravamo sposati io e te? Cinque ,sei anni? Forse di più, non sono mai stato bravo con le date, per me sono stati anni di menzogne, forse te ne sarai certo accorta, ma sei stata brava a fingere, forse credevi che un giorno avrei smesso con le riunioni fino a tardi e i viaggi di lavoro, atti a smascherare i miei tradimenti. Ecco volevo dirti che avrei continuato all'infinito, la cosa mi piaceva, chiamala come vuoi, arrabbiati, però se ho una dote è quella di essere abbastanza menefreghista da accettare il disprezzo altrui. Tu non la chiami dote vero? L'abbiamo pensata sempre in modo differente io e te.
Senti, sono certo che tu conoscessi tutti i miei difetti, sapevo sin dal primo momento che eri andata dall'avvocato, era un mio amico, avevamo lavorato insieme per anni prima che ci conoscessimo, la cosa mi ha lasciato indifferente, a parte il fatto che ho cercato di mettere in salvo gran parte dei risparmi depositandoli in un paradiso fiscale. Che iella devono essere ancora là non li spenderemo ne io ne tu!
Il motivo per cui ti ho chiamato è un altro, volevo farti una domanda a te e a tutti gli altri, perchè dopo la morte tutti vengono catalogati come santi o come mostri? Perchè chi muore ingiustamente per mano d'altri viene eletto indistintamente come santo?
Non sono mai stato un santo, ho mentito, frodato, ingannato, ho fatto solo i miei interessi, me ne sono fregato dei piccoli neretti che muoiono di fame, perchè ora dovete quasi venerarmi come un santo ? Come uno che chissà che doti avesse? Ero solo lì, a fare quello che gli altri chiamano lavoro, solo che io stavo frodando lo stato, quello stesso stato che ora usa il mio nome e quelli degli altri, per combattere le battaglie che non ha saputo vincere.
Usa noi per giustificare i suoi insuccessi e per avere un alibi per i suoi orrori successivi.
Ti ho chiamato perchè sono un gran figlio di puttana e non ci sto ad essere usato, ti ho chiamato perchè la smetti di portare fiori su una tomba che non onori di tuo , ma perchè sei entrata a far parte di un clan di vedove, orfani, madri ,padri, sorelle, amanti che tutto il mondo riconosce e rispetta.
Non venire più coi tuoi fiori a piangere lacrime che non mi servono, lascia quei fiori su quelle tombe di coloro che invece meritano di averle, e smettetela di catalogarci tutti come quasi eroi, noi non siamo eroi eravamo lì ignari di ciò che ci aspettava, gli eroi sono quelli che sono venuti dopo, entrando in un inferno che non prometteva paradisi, ecco portali a loro i tuoi fiori.
Li ho visti tutti i sevizi alla tv siamo tutti dei quasi santi, ecco un figlio di puttana lo avete trovato! Mi aspetto che tu alla prossima riunione dei familiari delle vittime lo dica a tutti. Per una volta abbi il fegato di uscire fuori dal coro, non lo devi a me, lo devi a chi era migliore di me.
Addio.


Questo racconto partecipa all'EDS della Donna Camèl, scritto in mezzora , ma che porta con se il ricordo di quel 11 settembre 2001, nessun uomo neanche il più malvagio merita di morire per mano altrui


Partecipano alla grande anche:

Melusina
Pendolante
Speaker
La Donna Camel
Dario
La Carta
Mai Maturo

17 commenti:

  1. Wow, ci sei andata giù pesante, eh? Brava Lillina, originale e intelligente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il finto buonismo mi è sempre stato sul...ops non cè l'ho !

      Elimina
  2. Davvero gli aggettivi usati da Speaker. Ci aggiungo "sferzante" per la brevità tagliente.

    (Come sarebbe a dire che non ce l'hai?!?! Ma se il sindacato delle cuciture dei jeans è in picchetto di protesta permanente da quasi un mese! Ops! Scusa!!! Pensavo intendessi quello dietro! Che imperdonabile gaffe.)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :) Merci.
      È riuscire ad essere ancora più breve quello a cui ultimamente ambisco, sarà un riflesso alle troppe parole vuote che sento, boh.

      Insolente :)

      Elimina
  3. Cavolo. Leggevo e pensavo "bello stronzo 'sto tipo". Poi arriva il finale e mi sento in colpa. Ma è vero. Mica tutti santi sono stati, ma nessuno, nemmeno il peggiore, deve morire così. Grazie per questo racconto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, Pendolante, grazie a te. Sto tipo è normalmente stronzo e non meno lo è la sua signora, anzi direi di più.

      Elimina
  4. Lillina, sei un gigante. Credo che tu abbia messo molto - se non tutto - di te in questo post amarissimo contro l'ipocrisia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Melù, ora ho una buona scusa per non mettere mai più quei fastidiosi tacchi :)

      Elimina
  5. Ciao Lario, benvenuto, grazie per il commento :)

    RispondiElimina
  6. Si dimentica spesso la nudità dei re... forse è più forte di noi, forse semplicemente quell'illusione ci protegge :-) Brava Lillina :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Dario, questo tuo complimento mi è prezioso.

      Elimina
  7. Io ci credo, brava Lillina, sei forte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pure io ci credo, mia nonna buonanima diceva che i morti danno i numeri da giocare al lotto, perchè mai non dovrebbero poter fare una telefonata?
      Naturalmente io preferirei ricevere dei numeri.
      Grazie, ero in ansia visto che il tuo commento non arrivava, perchè ho appositamente sbagliato alcune virgole ahhahaha

      Elimina
  8. M'inchino alla tua bravura e al tuo grande cuore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Maimà.
      Mi risultano strani questi vostri complimenti, boh non mi capacito....
      Il cuore però è vero che l'ho grande, di questo mi prendo tutto il merito aahhahah

      Elimina

Ho messo la moderazione non per censurarvi, ma solo perchè voglio essere la prima a leggere i vostri commenti una sorta di ius primae noctis.
L'ho messa anche perchè siccome non controllo quasi mai le mail, se qualcuno vuole mandarmi un messaggio privato ha la certezza che lo legga, nell'altro caso a volte passa pure un mese prima di...
Ciao a tutti, se non vi piace sappiate che a me non importa un fico secco.