io vivo in un mondo pieno di gente che finge di essere quella che non è, ma quando parlo con te sono come voglio essere

giovedì 8 novembre 2012

Gatto

Sin da piccola non mai saputo disegnare, direi che sono proprio negata, ancora oggi se prendo una matita in mano quello che ne esce fuori è un disastro.
A quarantanni e rotti se mostro un mio disegno, agli occhi degli ignari osservatori, passo per una bambina.
Diciamo che guardando la cosa da questo punto di vista, non è male.
Se mi mettessi a disegnare potrei ingannare il mio io sostituendo la parola invecchiare con crescere.
Se poi fossi molto ma molto in gamba potrei credere che la crescita possa avvenire anche dal punto di vista fisico, ed illudermi che possa acquistare un po' di cm in più in altezza.
Intanto devo partire dalle basi, esercitarmi che ne so con alberi e casette per poi passare ad oggetti più complicati. Oppure fare la furba e seguire dei piccoli trucchi per superare il panico iniziale.
Ieri mia nipote mi ha chiesto se le disegnavo un gatto, l'ho fatto.
Diciamo che ci somigliava.
Poi ho scoperto un trucco ed il risultato che ne è venuto fuori è favoloso, ora devo scoprire quali altre magie riserva quella meraviglia di muscolo.
Pensavo che oramai le conoscessi tutte!

( sto gatto però non ha i baffi, o è una gatta o si è depilato pure lui)??!!

22 commenti:

  1. Il fatto che non assomigli ad un gatto è rilevante?
    Cosi, tanto per sapere...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà per me non tanto, non sono particolarmente leziosa...forse coi baffi ci assomiglierebbe di più ;)

      A te a cosa assomiglia? Mi riferisco al secondo disegno ovviamente.

      Elimina
  2. Assomiglia ad un pene con le orecchie e la coda.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dio.. sei sicuro? Sarà che te hai potuto fare subito il paragone ;)

      Elimina
    2. Ma scusa, secondo te se disegni un pene e ci aggiungi le orecchie diventa un gatto? Ascolta un cretino, abbastanza improbabile. E non vado ad esaminare i significati reconditi...

      Elimina
    3. Ma scusa Lorè perchè non dovrebbe il pene in certi momenti si mette a scodinzolare e a fare le moine come un gatto....il tuo no? LOL

      Elimina
    4. Il giorno che si mettesse a scodinzolare mi recherei prontamente da un medico.

      A margine, il gatto non fa le moine. Sul corpo ha delle ghiadole che secernono il suo odore e ti si struscia addosso per marcarti come una sua proprietà. Lo fa con tutto, persone e cose. Per fortuna noi non lo percepiamo altrimenti sarebbe una rottura di scatole.

      Elimina
    5. ahhaahah a me il gatto di mio marito fa le moine e le fusae pensa te scodinzola pure, ma lui non si preoccupa, anzi, dice che si farà vedere da un medico se smettesse di farlo....sarete due esemplari di specie diverse LOL

      (smettiamola)

      Elimina
    6. Allora fai l'esperimento, appiccicagli due orecchie e guarda se assomiglia ad un gatto.

      Elimina
    7. Sei cosciente che mi hai appena suggerito un giochino erotico da prendere in considerazione? Grazie!!!

      Elimina
    8. Non sai quante frecce ho al mio arco...

      Elimina
    9. Bene non tenerle tutte nella faretra stasera esci e scoccane qualcuna :)

      Elimina
    10. Non funziona cosi. A meno di non pagare...

      Elimina
    11. Ma..io qui sono fuori gioco da parecchio....ma per quanto sento è si difficile ma non impossibile...

      Elimina
  3. se lo guardi bene somiglia ad un PIPIstrello

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Wow, in effetti il faccino lo ricorda... E sarebbe anche spiegata la mancanza dei baffi...

      Elimina
  4. A me che disegno da dio non era mai venuto in mente di far venire fuori un gatto da un uccello:))
    Sarà mica vero che voi donne ce l'avete sempre in testa sto gatto?:)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda che non veniva in mente manco a me da sola...

      Eh che ci vuoi fà adoriamo certe bestioline, direi allo stesso modo in cui a voi piacciono le patate

      Elimina
    2. Patatina, patatina che fai lì sola e carina...:)))

      Elimina
  5. A forza di parlare di gatti, va a finire che ce li troviamo in parlamento a fianco dei grilli.
    A me, che di arte non m'intendo (oltre uno Scaravaggio non saprei andare), quello a sinistra mi sembra un Picazzo, nella sua fase adolescenziale; lo so perché questo suo scarabocchio d'età prepuberale l'ho visto in esposizione in diversi musei Vespasiani, e, salvo qualche ritocchino qua e là, si vedeva la sua mano di fondo.
    Questo per quello che riguarda il Picazzo a sinistra.
    Quello a destra è la stessa testa di gatto, cartoonizzata, e visibile dal vivo negli alti vertici nazionali: teste di gatto politiche, teste di gatto tecniche, teste di gatto manager...
    Poi ci sono, invisibili, le steste di gatto che accettano quelle di cui sopra, volgarmente dette teste di cazzo.
    Noi.
    Ciao, buona notte.

    RispondiElimina
  6. Se avessi tempo proverei a costruire tutto un bestiario a partire da questo illustre archetipo, magari ci guadagnerei anche facendoi magliette.... chissà. Ciao

    RispondiElimina

Ho messo la moderazione non per censurarvi, ma solo perchè voglio essere la prima a leggere i vostri commenti una sorta di ius primae noctis.
L'ho messa anche perchè siccome non controllo quasi mai le mail, se qualcuno vuole mandarmi un messaggio privato ha la certezza che lo legga, nell'altro caso a volte passa pure un mese prima di...
Ciao a tutti, se non vi piace sappiate che a me non importa un fico secco.