io vivo in un mondo pieno di gente che finge di essere quella che non è, ma quando parlo con te sono come voglio essere

martedì 20 novembre 2012

Succede che..

Dovrò avere il metabolismo lento... giorni fa lessi questo post da Orsa, e lì per lì non mi venne in mente cosa mi piacerebbe imparare a fare oltre quello che ho scritto da lei, poi pian piano nella mia testa qualcosa ha iniziato a prendere forma e mi sono detta che non è mai davvero troppo tardi per imparare.
Ieri sera ho fatto la prima lezione di ballo, perchè non ci avevo pensato prima? Boh non saprei dare una risposta secca, per tante cose, per mancanza di tempo , per pigrizia, per l'idea sbagliata che forse era tardi per...insomma tutte cavolate, forse semplicemente non ero pronta per iniziare.
Prendere lezione non ha nulla a che vedere con il muovere il culetto e le gambe come quando si va in discoteca o a feste varie, no no lì devi seguire le regole, prima di tutto imparare a contare.
Porca paletta sembrava facile eppure sono riuscita a sbagliare già tra 1 e 2 , perchè contavo 1,2 mentre invece dovevo contare 1 e  2, mai una congiunzione è stata più difficile da capire,
 peso su gamba sinistra,
1 gamba destra fa un passo al lato
e  gamba sinistra incrocia dietro e ci sposti il peso
2 la destra fa un passo su se stessa e ci sposti il peso
Per intenderci contavo il due prima mentre ero sulla gamba sinistra incrociata dietro.
In ogni caso mi sono divertita e dopo due ora diciamo che la classe è riuscita a contare fino a 8.

Oltre a questa new entry nella mia vita tutto procede secondo una routine logorroica , ultimamente Symba mi sta impegnando molto siamo in fase educazione ai bisogni, il ribelle ha ancora la tentazione di marcare il territorio.
Il pomeriggio visto che qui ancora il tempo permette ho ripreso le mie camminate, ma ieri ha iniziato a piovere per cui presto dovrò rinunciarci ed aspettare tempi migliori, magari metterò in funzione la cyclette che poveretta si è vista declassare ad ometto e ad appendi borsette,magari la uso...ma non ne sono convinta.
Di altro che succede?
Ah si ho dovuto levare la spirale per sostituirla, dovrò aspettare almeno un paio di mesi senza, e già mi manca. Vi pare strano? Non lo è affatto volete mettere la tranquillità e la quasi certezza che per un oretta di sesso non si rischia il dover cambiare pannolini per anni? E poi la scuola, i compitini, le feste odiose di compleanno con mocciosi scatenati e anche un po' sadici, oddio e poi l'adolescenza le prime uscite il motorino e la macchina....no per carità già due esperienze del genere sono sufficienti!
Ieri pomeriggio finalmente ho fatto quella mammografia  rimandata per l'arrivo del ciclo e poi per mancanza di spazio per inserirmi, tra una settimana avrò il risultato.
Tornata a casa non ho potuto fare a meno di accendere il pc per controllare foto di mammografie con seni sani e non, volevo sapere se quei puntini luminosi che ho visto nelle mie erano normali, però ho chiuso quasi subito stavo andando in paranoia....meglio aspettare tranquille.
Un appunto se esistesse un simile per controllare i testicoli dei maschietti mi sa che nessuno lo farebbe, lo schiacciamento a cui sottopongono il seno non è affatto irrilevante, una palla non resisterebbe :), noi donne non si sa perchè dobbiamo e siamo sempre più forti.

22 commenti:

  1. Ti assicuro che quando soffri di varicocele la palpazione è tutt'altro che piacevole. E' proprio una rottura di palle.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio.... sta cosa non l'avevo calcolata, comunque i casi sono rari per fortuna, e poi noi donne dobbiamo fare la mammografia per prevenzione di routine ad una certa età, mentre voi fate l'indagine radiografia solo quando avete già i sintomi di una varicocele.
      In proporzione le nostre bocce vengono stritolate più delle vostre

      Elimina
    2. Che c'entra, le bocce vengono stritolate anche per piacere ;^)

      Elimina
    3. Vabbè ora hai cambiato prospettiva non vale :)

      Cmq anche le vostre....devo mettere quell'avviso sui contenuti se continuo a spiegare la modalogia di come e con cosa....;)

      Elimina
  2. Sono "bocce" di struttura diversa. I testicoli contengono una ghiandola dura che non è comprimibile mentre i seni sono formati da una massa di tessuto connettivo e grasso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lò,
      fragili, siete fragili

      Elimina
    2. Più che fragili siamo progettati per essere spendibili. In natura basta che ne sopravviva uno, tutti gli altri possono anche non tornare dalla caccia al mammut.

      Elimina
    3. Dio! Fortunato quell'eletto!

      Elimina
  3. lo schiacciamento di palle è la cosa più simile ai dolori del parto che un uomo possa provare.....!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu che ne sai dei dolori del parto?


      Però è curioso il fatto che ho scritto un post abbastanza lungo e voi mi state commentando solo le ultime due righe hahaahah

      La prossima volta scrivo un post di una sola parola

      Elimina
    2. perchè hai parlato delle cose a cui teniamo maggiormente... i gioielli di famiglia...

      i dolori del parto????? li ho "visti" :D

      complimenti per le lezioni di ballo, le cacche del cane e il cambio di spirale!!! (vedi che l'ho letto tutto il post?!?!)

      Elimina
  4. Mi piace l'idea della lezione di ballo. Io, mai fatta una; mai creduto di sapere ballare alcunché, mai imparato i passi di samba rumba baciata inchiappettata e vatti a fare una peretta, mai tentato un cià cià cià, mai e soprattutto mai creduto di saper ballare. ballo con mia moglie, che dice ma tu sai ballare, ma va non sfottere.
    Poi vado a ballare con mia nipote a Ostia, che è maestra di ballo latino americano e mi fa:
    tu non conosci un passo di niente ma balli benissimo, come cavolo fai?
    Ho orecchio e fantasia e seguo il mio innato istinto innovatore e la gente femminile che balla con me si diverte. Ciao.

    RispondiElimina
  5. Complimenti al ballerino, hai una dote naturale.

    Io invece non so proprio ballare quindi sto provando a vedere se riesco ad essere qualcosa in più di un manico di scopa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, dipende dalla scopa. Ci sono manici di scopa che non si sanno muovere ma il ballerino masculo tiene volentieri sapendo ben di non doverci ramazzare niente, ma fa piacere stringerli un po'certi manici di scopa. Me spiegai?:)))

      Elimina
  6. Quindi, a quanto ho capito, sostituisci la spirale con le piroette da ballo, ottimo surrogato. Riguardo alla diatriba sulla "forza" e la stoicità di genere, credo che in ogni "palla" ci siano gioie e dolori.
    Però, .... le nostre girano, si gonfiano, si rompono, fanno scintille quotidianamente ......e normalmente non ce ne lamentiamo, vuoi mettereee.
    Ciao Lì e stai serena per il risultato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. LOl la sostituzione è sicura molto più della spirale, l'insegnante di ballo è donna ;)
      Le scintille quotidiane un ottimo segno :)

      Grazie starò tranquilla tranquilla

      Elimina
  7. Evvaiii! ;)
    Ma io sono curiosa e voglio sapere il tipo di ballo eh!
    (da 1 congiunzione 2 non l'ho capito)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :))
      Tacacà !
      Vediamo se riesco a spiegare il passo in questione.
      1 - allarghi leggermente gambe con passo laterale
      e - incroci l'altra gamba dietro
      2 risposti il peso sulla gamba che ha compiuto il primo passo
      quindi 1 fai il passo non conti l'incrocio fatto dietro con l'altra gamba e conti il due quando ritorni a spostare il peso sulla gamba che ha fatto il primo passo....lo so sembra un casino ma più di questo non riesco a spiegare

      Elimina
    2. Bastava il nome del ballo...io conoscere!
      Te gusta el tacatà?" :)

      Elimina

Ho messo la moderazione non per censurarvi, ma solo perchè voglio essere la prima a leggere i vostri commenti una sorta di ius primae noctis.
L'ho messa anche perchè siccome non controllo quasi mai le mail, se qualcuno vuole mandarmi un messaggio privato ha la certezza che lo legga, nell'altro caso a volte passa pure un mese prima di...
Ciao a tutti, se non vi piace sappiate che a me non importa un fico secco.